Pubblicato in: Maternità

Donatrice di Latte Materno

Buona sera mamme e future mamme!!

Voglio parlarvi di un argomento che mi sta molto a cuore: la donazione del latte materno.Partiamo dal presupposto che quando ero incinta, mi sono documentata in modo quasi ossessivo su come allattare, come aumentare la produzione di latte e di come affrontare le varie problematiche che si incontrano.

Dopo circa 1 mese dalla nascita di mia figlia, mi sono resa conto di avere una produzione di latte molto abbondante, avevo spesso dolore al seno ed ero costretta ad estrarlo almeno una paio di volte al giorno. Su consiglio di mia mamma, decisi di informarmi sulla donazione del latte materno. Guardai su internet e trovai il sito dell’ AIBLUD : Associazione Italiana Banche Del Latte Umano Donato.

Sfortunatamente l’ospedale di Mantova, nonostante ci sia la terapia intensiva molto valida, non ritirava il latte materno. Decisi di contattare l’ospedale Borgo Roma di Verona, dove in pediatria è presente il Lattario, zona adibita per il controllo e la raccolta del latte.

Partiamo dal principio, il latte materno rappresenta il miglior alimento per i neonati, perché fornisce tutti i nutrienti di cui hanno bisogno nella prima fase della loro vita. Inoltre, contiene sostanze bioattive e immunologiche che non si trovano nei sostituti artificiali e che invece sono fondamentali per proteggere il bambino da eventuali infezioni batteriche e virali, da allergie e malattie metaboliche. Dagli ultimi studi pare che prevenga l’insorgenza di alcune forme tumorali in età pediatrica.

Ma perchè è importante donare il latte materno? I bambini prematuri lottano ogni giorno contro mille difficoltà: infezioni e gravi complicanze che possono compromettere le loro possibilità di farcela. La scienza dimostra che il latte umano ne aumenta le possibilità di sopravvivenza favorendone l’accrescimento e lo sviluppo. A causa della loro nascita prematura, le mamme non hanno abbastanza latte, oppure presentano difficoltà fisiche che impediscono l’allattamento dei loro piccoli guerrieri. Possono diventare donatrici tutte le mamme in buona salute e con un corretto stile di vita, che allattano durante il primo anno di vita del proprio bambino e che producono una quantità di latte superiore alle necessità della propria prole. Le donne che aderiscono alla donazione devono rispondere ad un questionario anamnestico e sottoporsi ad un semplice screening, che consiste nella valutazione della storia clinica e nell’esecuzione di esami sierologici.

Quando decisi di iniziare a donare il latte, una volta contattato l’ospedale, mi fissarono un appuntamento per eseguire gli esami del sangue e del latte, per compilare il modulo per diventare una donatrice e per spiegarmi le procedure per l’estrazione.

Si raccomandano di avere delle abitudini igieniche ottimali, nonché prima di eseguire l’estrazione, bisogna lavarsi molto bene le mani e il seno, utilizzare il materiale che viene fornito dall’ospedale e seguire le procedure di conservazioni che vengono indicate. Una volta constatata la mia buona salute, sono stata contattata dal fattorino, che mi ha portato a casa il tiralatte elettrico e i contenitori sterili per la raccolta.

Ogni giorno mi tiravo una media di 170/200 ml di latte, lo inserivo nel contenitore sterile, lo etichettavo e successivamente lo congelavo. Dopo un mese, contattai di nuovo il fattorino per consegnare il “bottino”, controllò il latte e mi disse che avevo tirato circa 6,2 litri in 31 giorni.

Sapere di poter essere d’aiuto ad un bimbo prematuro mi riempiva il cuore di gioia, ogni mamma merita di vedere crescere sano e felice il proprio cucciolo. Al momento ci sono poche mamme donatrici, forse per mancanza di informazione o per paura di non nutrire a sufficienza il proprio piccolo. Ma bisogna sapere che più il seno viene stimolato, più latte produce.

Oltre ad essere un bellissimo gesto, donare il latte non fa bene solo al chi lo riceve, ma anche alla mamma donatrice. Inevitabilmente si eliminano i chili in eccesso molto più velocemente, il seno e’ sempre morbido evitando dolori e possibili ingorghi.

Ho donato il latte per 4 mesi, sono fiera di averlo fatto e porterò sempre nel cuore questa esperienza meravigliosa. Da qualche parte, là fuori c’è un piccolo guerriero che vive felice con la sua mamma anche grazie al mio aiuto.

Con un prossima maternità, lo rifarò sicuramente!!!!

3 pensieri riguardo “Donatrice di Latte Materno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...