Pubblicato in: Senza categoria

Bimbi con carattere forte: la maestra mi spiega come rimproverare nel modo corretto.

Care mamme, ma quanta pazienza ci vuole ogni giorno? Tra casa, lavoro e i figli, che spesso e volentieri decidono di fare arrabbiare proprio quando noi siamo più stanche.

Ma vi siete mai chiesti se c’è un modo corretto per rimproverare i vostri figli?? Io si, Adele per un bel periodo e capita ogni tanto anche ora, quando fa la monella e la si sgrida, inizia a fare la sciocchina oppure ci ignora totalmente. Il peggio è quando si offende per il rimprovero ed inizia a fare la commedia, piangendo e disperandosi. Ogni nostro tentativo di sgridarla, sembrava inutile.

Una sera mi sono chiesta: forse sbagliamo qualcosa noi!!!! Non lo facciamo nel modo più corretto. Forse non riusciamo a gestire al meglio il suo carattere.

Così, presa un po’ dalla “disperazione”, ho deciso di chiedere consiglio alla maestra di Adele. Chi meglio di lei poteva aiutarmi. Essendo educatrice infantile, ero certa che mi potesse aiutare!!!

Prima di tutto le chiesi, come si comportava Adele in classe e se faceva arrabbiare. Mi rispose di no, ma aveva notato il suo carattere molto forte e autoritario. E che sempre più bambine, rispetto al passato, hanno questa caratteristica.

Cosi le spiegai la situazione, che nonostante i rimproveri, non migliora il suo atteggiamento. Mi consiglió, un approccio totalmente diverso rispetto a quello che io e mio marito stavamo facendo. Prima di tutto, mettersi alla sua altezza, mai sgridarla rimanendo in piedi. Chinarsi e guardarla negli occhi. Dirle con voce ferma ma non urlando, che sta sbagliando, che non ci si comporta in quel modo ma che si ascolta mamma e papà. Come forma di “punizione” allontanarla. Se ad esempio tratta male un bimbo, lo morsica oppure ha atteggiamenti troppo aggressivi, dobbiamo allontanarla, dicendogli che ha sbagliato e che per il momento non potrà giocare con lui.

Mi spiegava la maestra, che caratteri forti come quelli di Adele, bisogna saperli prendere. Urlare, sculacciate, rimproveri troppi forti non servono a nulla. Anzi, peggiorano la situazione. Serve tanta pazienza e tantissima comunicazione! Inoltre, i troppi “NO” potrebbero scatenare una sorta di “sfida”, quindi mi consigliava di usarli con moderazione.

Beh, ero scettica ed invece funziona!!!! Adele è sempre un vichingo nei modi di fare. La grazia l’abbiamo lasciata da qualche parte non si sa dove!!! Ma il rapporto con noi, con i coetanei sta migliorando. È sempre più dolce, spesso richiede la mia attenzione per fare le coccole e quando vede un suo amichetto, lo abbraccia e gli dà un bacio.

Ora le stiamo insegnando il rispetto per gli oggetti, non vanno lanciati a terra, i libri non vanno distrutti e i giochi degli altri vanno tenuti bene.

Ha ancora qualche momento di puro capriccio, ma quando la rimproveriamo, capisce, ci ascolta e smette quasi subito di fare ciò che non va fatto. È proprio vero, che spesso il problema non sono i nostri bimbi ma noi e come ci rapportiamo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...