Pubblicato in: HOME DECOR

Declea: opere d’arte uniche

Qualche settimana fa ho avuto il piacere di conoscere DECLEA – THE ART GALLERY – Un laboratorio d’arte contemporanea. Opere ideate per dare un tocco chic e glamour ad ambienti moderni ed attività commerciali. È una galleria “giovane” nata nel 2012 da un’idea del fondatore Vincenzo Cucciardi.

Realizzati a mano e 100% Made in Italy, vengono confezionati su misura in base alle esigenze e preferenze del cliente. Le opere di Declea sono realizzate con tecniche professionali e curate nei minimi dettagli.

Declea mi ha dato la possibilità di avere una loro opera ed io ho scelto “Bonne Nuit” perché trovavo davvero delizioso questo quando da appendere in camera. Inizialmente volevo sistemarlo nella cameretta di Adele, ma alla fine ho deciso di appenderlo in camera mia perché volevo dare un tocco in più ad una parete che era vuota.

Pubblicato in: Creatività, HOME DECOR

Colori e pennelli

Buongiorno!!!! Visto il risultato super positivo del sondaggio, finalmente oggi vi spiego a grandi linee come rinnovare le pareti di casa.

Tinteggiamo il muro!!! 🎨

È necessario fare un piccolo progetto su carta, per capire come si vuole realizzare la tinteggiatura, se si vogliono realizzare eventuali righe orizzontali o verticali , quante ne volte realizzare, colore e materiali da utilizzare, ecc… Fare le righe non è semplice, sopratutto su quelle orizzontali. Ed io per complicarmi la vita, ho voluto fare proprio quelle!!!! Ma oggi partiamo dalle basi. Le cose più difficili le lasciamo ai prossimi articoli.

Per prima cosa dovete scegliere la parete da tinteggiare, personalmente se si scelgono colori forti, non mi piace fare tutte le pareti di una stanza ma solo una, altrimenti se l’ambiente è piccolo, risulta ancora più piccino!

– Il colore –

Secondo passo, scegliere di che colore volete realizzare la parete. Una buona tinta, vi aiuta a stendere il colore in modo più uniforme, prevenire eventuali muffe negli ambienti più umidi ( esempio: il bagno). Inoltre un buon prodotto vi garantisce colori più accesi e duraturi. Io mi sono affidata alla San Marco e MaxMeyer, ottimi brand e dai prezzi ragionevoli. Entrambe le tinte sono lavabili, cosa fondamentale quando si hanno dei bimbi😅 Se vi fate realizzare le tinte nei negozi specializzati, basterà dire la misura della parete da tinteggiare e loro vi prepareranno le dosi ideali. Se invece, come me, volte fare da sole, allora dovete stare molto attente. Il colore va creato una volta sola, altrimenti non avrete mai la stessa tonalità! Sembra ovvia la cosa, ma è meglio ricordarvela!!! Per il colore dell’ingresso e l’anticamera, ho unito un grigio violaceo con il bianco, fino a quando non ho trovato la tonalità giusta.Ho preparato più tinta del necessario. Meglio abbondare, piuttosto che trovarsi in difficoltà!!!! Ovviamente se la parete che avete deciso di pitturare, parte con una base chiara, potete utilizzare direttamente il colore scelto. Se invece, presenta già un colore, l’ideale è dare una o due mani di vernice base. Un bianco apposta che va a neutralizzare il colore sottostante.

– il pennello –

Indispensabile e da scegliere con cura. Come la tinta, un buon pennello vi garantisce una buona stesura, meno fatica ed un risultato finale davvero bello e professionale. Per le pareti ampie, occorre una pennellessa. Per i punti dove serve molta precisione, l’ideale è un pennello piatto. Personalmente non amo i rulli. Lo abbiamo utilizzato solo per i soffitti. Ma non sono comunque un granché.

– preparazione –

Prima di partire a pitturare il muro, dovrete decidere se lasciare i bordi bianchi e di conseguenza applicare il nastro carta. È un lavoro, noioso ma fondamentale per un buon risultato. Inoltre, dovrete proteggere con il nastro carta, prese elettriche (togliendo ovviamente la mascherina), eventuali battiscopa e bordi delle finestre se presenti in quella parete. Sul pavimento, potete stendere un vecchio lenzuolo oppure l’apposito panno in feltro assorbente. Io ho scelto il vecchio lenzuolo, mia mamma ne ha una valanga 😂. Dovete togliere quadri e tutto ciò che vi sta intorno. Così da evitare di sporcare tutto ed in più per avere spazio per muovervi liberamente.

– iniziamo –

Siamo pronte? Iniziamo con l’aggiungere acqua alla tinta. Non dovrà essere troppo densa ma neanche troppo liquida ( più o meno la densità di un minestrone 😂) . Mescoliamo con cura, la tinta ci impiega ad assorbire l’acqua.

Una volta fatta questa operazione. Potrete iniziare a stendere il vostro colore sulla parete. Io consiglio sempre di partire con il pennellino piatto e fare le zone di precisione, con molta calma. Nessuno ci corre dietro!!! Le pennellate dovranno essere fatte in un unica direzione, non a casaccio, altrimenti potrebbero vedersi i segni. Una volta terminate le zone più difficili, potrete passare alla pennellessa e tinteggiare gli spazi più ampi.

Per avere un risultato omogeneo, occorre dare due o tre mani di colore. E mi raccomando, tra una mano e l’altra, la tinta precedente deve essere sempre asciutta.

Una volta asciugata l’ultima mano, potrete togliere il nastro carta e ammirare il vostro lavoro. Non occorre dirvi che sarete super soddisfatte.

Avrete dato un tocco di colore nuovo alla vostra casa e risparmiato tanto!!!!

N.b : mai mettere troppo colore sul pennello, rischiate di avere più tinta per terra che sul muro. Ed più si formano le gocce, brutte da vedere è difficili da nascondere.

Tra una mano e l’altra, mentre aspettate che si asciughi il colore, richiudete con il coperchio il bidone della tinta. Così eviterete che si formi la pellicola e il colore non è da buttare. E se un giorno avrete bisogno di ritoccare qualche punto, basterà mescolare il colore con un goccino di acqua e potrete riutilizzarlo.

Una volta terminato tutto il lavoro, lavate molto bene i pennelli, se necessario lasciateli a bagno in acqua qualche ora per ammorbidire la tinta secca. E se per errore, avete macchiato il pavimento o quant’altro, potrete utilizzare dell’acquaragia per eliminare le macchie.

Pubblicato in: HOME DECOR

Natale: decorazioni a prova di bimbo!

Quest’anno sarà il secondo Natale che passiamo con la nostra bambina. Ma a differenza dell’anno scorso, che Adele aveva 20 giorni ed oltre a mangiare ed a dormire non fave altro, quest’anno è super scatenata. Tocca ogni cosa, mastica e sbava su ogni oggetto e peggio ancora dove passa, semina distruzione!

Io amo follemente le decorazioni di Natale, i biscotti allo zenzero, la calza appesa al camino, le lucine e l’Albero di Natale! Negli ultimi anni ho acquistato delle palline e delle decorazioni splendide ma non molto adatte ai bimbi perché si rompono facilmente. Già mi immagino la scena!!!

Ma come poter avere la casa decorata per il Natale senza che i nostri bimbi siano in pericolo e che non distruggano centinaia di costose decorazioni?

Vi mostro il mio ALBERO DI NATALE DESTRUTTURATO ed altre possibili alternative.

Al posto del mio classico albero di 2 metri decorato con cura, ho deciso di allestire la balaustra delle scale. Ho utilizzato una ghirlanda di finto pino per la base, poi ho applicato delle lucine a forma di fiocco di neve e con del filo di nilon ho attaccato le palline e piccoli pacchettini di Natale.

Con gli stessi pacchettini rossi ho realizzato una ghirlanda da appendere alle luci a binario che ho tra cucina e sala.

Un’altra splendida alternativa per chi non ha le scale da decorare e dai gusti un pochino particolari, è L’ALBERO CAPOVOLTO!

Personalmente lo trovo delizioso ed un’idea davvero originale. Fissato al soffitto con la punta rivolta verso il basso, si può creare una decorazione natalizia davvero divertente.

Per chi come me ha bimbi ed animali, l’albero di cartone o in stoffa possono essere in alternativa molto bella e sopratutto creativa, rispetto al classico alberello.

con la fantasia ed un pizzico di creatività, si può decorare casa per il Natale a prova di bambino.

Ho aggiunto qualche decorazione in giro per la casa, le candele natalizie sono già posizionate su i vari ripiani e la scatoletta porta dolci è già pronta per essere riempita!

L’unica cosa che manca è la calza attaccata al camino, ma come da tradizione verrà appena il 12 Dicembre, il girono in cui si festeggia Santa Lucia.

La casa è pronta, l’atmosfera natalizia é già nell’aria!! Ora non ci resta che fare lo shopping ed acquistare i regali per i nostri cari, incartarli ed aspettare le feste per trascorrere del tempo con la famiglia!

Pubblicato in: HOME DECOR

La cameretta di Adele

krista &amp

La cicogna è in volo?? E’ ora di allestire la cameretta.

Ovviamente i primi mesi ,si sa che il bambino non dormirà nella propria cameretta, per pure e ovvie ragioni!!! Però uno dei bellissimi momenti della dolce attesa è quello di iniziare a preparare la cameretta, si scelgono i colori, i tessuti, qualche gioco e quei piccoli dettagli per renderla un nido accogliente.

Quando ho saputo di aspettare Adele sapevo quello che volevo realizzare per la mia bambina. Avevo già il mezzo letto e l’armadio rigorosamente bianchi. Faccio una premessa: AMO FOLLEMENTE IL BIANCO!! Non amo i colori troppo forti in casa, mi piace avere più complementi d’arredo bianchi e poi con piccoli e delicati dettagli aggiungere del colore.

La cameretta di Adele l’ho sempre immaginata come un luogo sacro, ora che è piccola non la sfrutta tanto, ma quando sarà più grande mi piacerebbe che la considerasse il suo nido, dove potrà viaggiare con la fantasia, giocare, fare tanti bei sogni e dove sentirsi al sicuro quando il mondo la metterà alla prova.   Come potete vedere dalle foto ho scelto un mobilio dallo stile pulito e lineare. Ho scelto per abbellire la cameretta dei dettagli delicati dai colori pastello e dalle linee romantiche.

IMG_3974

FullSizeRender

Mentre ero incinta mi chiedevo come potevo decorare la cameretta, quali dettagli avrei dovuto inserire per renderla unica e personalizzata. Ho acquistato un stickers a forma di mongolfiera, ma non ero ancora soddisfatta.  Volevo delle stampe,  ma quelle che trovavo su internet non mi piacevano o costavano una follia. Così decisi di scrivere qualche bella frase e dare spazio alla mia fantasia. Presi i fogli in cartoncino, delle matite e dei semplici pennarellini.  Iniziai a disegnare, a colorare e piano piano si creavano dei piccoli quadretti.

Poco tempo fa ho conosciuto Federica che ha realizzato per noi un quadretto meraviglioso. Non avevo nulla con quello stile e che richiamasse il nome della mia bambina. Così, utilizzando una particolare tecnica, Federica ha realizzato la lettera “A” in 3D. Rigorosamente fatto a mano e con tantissima passione,ha  creato un vero e proprio capolavoro.

Federica è una giovane mamma che nel 2016 ha deciso di tuffarsi una nuova avventura, creare decorazioni per camerette e per le feste.  Ma la sua grande passione si chiama Thomas, uno splendido bambino dai riccioli biondi!

2017-05-30-PHOTO-00000001

Federica la potete trovare su Instagram : Atelierdifederica e su etsy.  

Lettino, cassettiera e culla: Ikea

Paracolpi : Maisons du Monde

Pomelli: Zara Home e Maisons du Monde